La favola del giorno

Napoli ieri oggi e domani

L’ACCIARINO – 3 di HANS CHRISTIAN ANDERSEN

Ma dov’è il mio acciarino?” Lo batté, ed ecco, gli fu
subito davanti il cane con gli occhi grandi come tazze da tè.

E’ notte avanzata, è vero, – disse il soldato, – ma ardo
dal desiderio di vedere la principessa, anche solo per un momentino!

Il cane si slanciò subito fuori dalla porta e, prima che
il soldato se ne accorgesse, fu di nuovo di ritorno con la principessa
addormentata in groppa. Era così graziosa che chiunque poteva subito vedere che
era una vera principessa. Il soldato non poté resistere al suo desiderio e la
baciò; era proprio un vero soldato!

Il cane poi tornò indietro di corsa con la principessa,
ma la mattina dopo, mentre il re e la regina prendevano il tè, la fanciulla
raccontò che la notte aveva fatto un sogno molto strano, con un cane e un
soldato…

View original post 948 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.