La favola del giorno

Napoli ieri oggi e domani

L’ASINO, IL BUE E IL BIFOLCO – 2

A questo punto il gran visir, rivolgendosi a Sherazad,
le disse:

“Figlia mia, voi fate come quell’asino, vi esponete
alla rovine per la vostra falsa prudenza. Statemi a sentire, restate tranquilla
e non cercate di anticipare la vostra morte.

  • Padre mio, rispose Sherazad, – l’esempio che mi avete
    portato non è capace di farmi cambiare idea, e non cesserò di importunarvi
    finché non avrò ottenuto da voi che mi presentiate al sultano per essere la sua
    sposa. – il visir, vedendo che la figlia continuava a persistere nella sua
    richiesta, replicò:
  • Ebbene! poiché non volete abbandonare la vostra
    ostinazione, sarò costretto a trattarvi nello stesso modo in cui il mercante
    del quale vi ho parlato trattò poco tempo dopo la moglie; ecco come la trattò.”

Il mercante, avendo saputo che l’asino era in uno
stato pietoso, fu prenchoso dalla curiosità di sapere…

View original post 801 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.