Monumenti di Napoli

Chiesa del Gesù Nuovo

Piazza del Gesù Nuovo

Il Gesù Nuovo occupa l’area del palazzo dei Sanseverino principi di Salerno, e ne conserva la facciata del 1470 con il raro bugnato – simile a quello del ferrarese Palazzo dei Diamanti – realizzato col piperno proveniente dalle cave cilentane della famiglia.

Nel 1552 Ferrante Sanseverino caduto in disgrazia presso la corona di Spagna, fu costretto all’esilio: la dimora fu requisita, venduta nel 1584 alla Compagnia di Gesù e trasformata dall’architetto padre Giuseppe Valeriani nella chiesa dell’Immacolata, successivamente, dopo l’espulsione dei Gesuiti dal Regno, nel 1767, dedicata alla Trinità, da cui anche il titolo di Trinità Maggiore; il nome, più comune, di Gesù Nuovo le venne dato sin dall’inizio per distinguerla dal Gesù Vecchio in via Giovanni Paladino.

L’interno colpisce per la ricca decorazione, alla quale lavorarono fra il Cinquecento e il Settecento i maggiori pittori del tempo, da Corenzio, Stanzione e Lanfranco a Giordano e Solimena, e per il grandioso impianto a croce greca. Numerosi gli interventi dello scultore ed architetto Cosimo Fanzago; il più interessante è il Cappellone di Sant’Ignazio, fondatore della Compagnia di Gesù, nel braccio sinistro della croce, dove la parete d’altare è animata dalle drammatiche statue di Davide e Geremia. L’altare maggiore, portato a termine nel 1854, è opera singolare per il tipo di materiali impiegati, dal bronzo ai marmi rari, alle pietre dure.

Nell’ultima cappella in fondo a sinistra, di San Francesco de Geronimo, si trovano gli splendidi reliquiari seicenteschi, ciascuno con cinque file di busti in legno dorato di diversi artefici, sfarzosa espressione di religiosità barocca e di un altissimo artigianato. Tornando verso l’ingresso, dopo essersi affacciati nella sacrestia, bell’ambiente seicentesco con affreschi del Falcone ed una superba boiserie, si può osservare sulla controfacciata l’Eliodoro cacciato dal Tempio, dipinto nel 1725 dal Solimena.

Una risposta a "Monumenti di Napoli"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.