Monumenti di Napoli

Napoli ieri oggi e domani

Chiesa e Chiostro di Santa Chiara

Fondata nel 1310 da
Roberto D’Angiò e da sua moglie Sancia di Maiorca, la chiesa sorse all’estremo
limite occidentale della città, nella zona detta “fuori dagli orti”. Un’alta
murazione recintava l’intera cittadella monastica nella quale furono accolti,
in edifici distinti ma contigui, Clarisse e Frati minori. Nelle intenzioni dei
sovrani, il complesso doveva divenire il rifugio spirituale della regina,
mentre la chiesa venne destinata ad accogliere le tombe della dinastia.
L’aspetto originale della fabbrica, che fu affrescata da Giotto e celebrata dal
Petrarca come una delle “meraviglie di Napoli”, è stato fortemente compromesso
dal terribile bombardamento che ha colpito la chiesa nell’agosto del 1943,
lasciando integre solo le mura perimetrali e la sobria facciata in tufo. Scomparve,
in quell’occasione, anche gran parte dell’ornamentazione barocca con la quale,
tra il 1742 e il 1747, era stato completamente trasformato l’ambiente interno
ad opera di Domenico Antonio…

View original post 248 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...