Curiosando qui e là

Il libro più lungo che sia stato scritto

E’ il Mahabharata, uno dei due grandi poemi epici dell’India (l’altro è il Ramayana). Scritto in lingua sanscrita, consta di 18 canti suddivisi in 100 mila strofe. Per dare un’idea approssimativa delle dimensioni si tratta di circa 7 volte Iliade e Odissea messe assieme.

Il soggetto epico narra le vicende delle lotte di successione tra due rami rivali della stirpe regale dei Bharata, i buoni Pandava da una parte, e i cattivi Kaurava dall’altra, culminate in una guerra di sterminio. Ma la narrazione costituisce solo una piccola parte del contenuto dell’opera, che si propone espressamente di diffondere invece precetti morali. Secondo la leggenda, la composizione del poema è attribuita al veggente Vyasa, il quale, dopo aver concepito l’opera, non trovando alcuno scriba umano degno del compito di scriverla sotto dettatura, ottenne dal creatore Brahma la promessa dell’aiuto del dio Ganesh in persona.

Questi acconsentì, a patto che la dettatura fosse ininterrotta, e che la penna non si dovesse mai arrestare, neppure per un solo istante. Gli studiosi ritengono che il Mahabharata sia un’opera collettiva, composta lungo un arco di molti secoli, all’incirca tra il IV secolo a.C. e il IV secolo d.C.

Una risposta a "Curiosando qui e là"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.