Monumenti di Napoli

Palazzo Marigliano

Via San Biagio dei  Librai 39

Ricostruito da Giovanni Donadio, detto il Mormando, nel 1513 per Bartolomeo di Capua, l’elegante edificio rinascimentale, più tardi passato ai Marigliano, è stato modificato soprattutto nell’interno.

La facciata conserva la partizione e le proporzioni originarie, ad eccezione del portale e delle botteghe che interrompono il basamento.

Una lapide, quasi illeggibile, ricorda il tempo in cui nel palazzo si riunivano gli aristocratici protagonisti della congiura di Macchia (1701), sconfitti nel tentativo di sottrarre Napoli al trono di Spagna.

Più di recente, si stampava qui la testata diretta da Benedetto Croce, “Il Giornale”, di cui restava l’insegna fino a pochissimi anni fa.

I bibliofili troveranno comunque di loro gusto la rinomata tipografia dei fratelli Rossi, cui si accede dalla scenografica scala a doppia rampa sul fondo del cortile.

Seguendola ancora per qualche gradino, si scopre invece il giardino rialzato, invisibile dal cortile, con i tavoli e la musica del Riot.

Il terrazzo che corona la scala, infine, afferisce all’appartamento del piano nobile, ora occupato dalla Soprintendenza archivistica della Campania.

Una risposta a "Monumenti di Napoli"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.