Astrologia – Affinità di coppia del segno del Toro con gli altri segni – Leone

Toro-Leone

Il loro è un vero rapporto contesa.

L’amabile figlia di Venere punta in alto e, specialista com’è nel “braccio di ferro”, vuole indurre il munifico e fiero Leone a lasciarsi amministrare da lei.

Come? Mettendo radici nella sua casa.

I nati nei segni fissi (Toro, Leone, Scorpione, Acquario) hanno la testa dura e una vera passione per le imprese difficili. Sono cioè degli specialisti del braccio di ferro. E siccome lo sono anche in amore, succede spesso che si coinvolgono reciprocamente in amore-contesa: succede anche alla Toro e al Leone. Che, ben lontani (soprattutto lei) da rischi di colpi di fulmine, non cadono subito l’uno nelle braccia dell’altro. Anzi, spesso gli altri (e loro stessi) credono che fra loro regni la più assoluta ed irreversibile indifferenza amorosa.

Ma le cose non stanno affatto come sembra e, mentre continuano a mantenere prudenti distanze, in realtà si stanno studiando a fondo. Lei sta appurando se lui, oltre al “fumo” del suo protagonismo, può vantare anche l’ “arrosto” di una solida posizione socioeconomica. E intanto il Leone comincia a fare per lei un’eccezione sensazionale: lui, che di solito offre attenzioni in cambio di applausi, comincia invece ad offrirne alla Toro senza che lei abbia fatto niente (leggi applausi) per “meritarle”: la invita in ristoranti famosi per l’ottima cucina (vera passione della Toro!) e le indirizza apprezzamenti sempre meno distratti sul tranquillo ma prepotente fascino venusiano che costituisce la vera carta vincente della Toro. Così, se lei nel frattempo non incontra un altro carino come il Leone ma più attraente dal punto di vista economico, la venusiana, più o meno consciamente, decide di indurlo a conquistarla in modo serio. Ma mentre lui si compromette sempre più, lei indugia tenendolo sulla corda. Mentre il Leone, in bilico fra desiderio e amor proprio, si fa più incalzante e, allo stesso tempo, più avveduto. Nel senso che, pur di conquistarla, non disdegna d’assumere, lui di solito così munifico, quegli atteggiamenti parsimoniosi che piacciono tanto alla Toro… fino a quando lei decide di dirgli dolcemente di sì.

E, come tutte le cose lungamente negate e lungamente attese, l’incontro biblico di questi due ha qualche cosa di epico: la terrestre sensualità venusiana risplende allo stimolo del generoso eros solare e dona ad entrambi perfette sensazioni d’estasi. Ma questo non toglie che, fin dall’inizio, sorgano fra loro anche notevoli elementi di contrasto. Perché lei tende subito ad imprimere al rapporto un carattere molto coinvolgente ed avanza diritti concreti mentre lui rivendica la propria superiorità tentando d’imporle le sue abitudini di vita.

Ma la Toro recalcitra, opponendo concretezza a superficiali messinscene mentre contemporaneamente afferma il potere della propria sensualità. E, se il Leone non trova la forza di reagire, deve accettare le condizioni taurine e impegnarsi a dare subito un assetto ufficiale al rapporto. A questo punto, la Toro si mette immediatamente all’opera e, per prima cosa, comincia a impartirgli preziosi consigli sull’impiego dei ricchi talenti creativi leonini, i cui frutti sarà naturalmente lei ad amministrare. Ma, siccome una buona amministrazione esige la presenza assidua di chi è preposto al compito, ecco che la Toro trova necessario installarsi in casa del Leone o convincerlo a piantare radici insieme. Ma lo fa con tanta dolce fermezza che lui non sa opporsi e si trova saldamente legato al gioco taurino e alla concretezza che lo costituisce.

Infatti, lui sacrifica sempre più le prodighe tentazioni suggerite da narcisistiche esigenze e lei provvede solerte a far fruttare al meglio il patrimonio comune. Ma lui deve stare anche ben attento a corteggiare, d’ora in avanti, solo ed esclusivamente la Toro. Che, irrimediabilmente gelosa, è capace di ire terrificanti se appena si profila la minima minaccia all’incontrastato monopolio dell’eros che lei pretende d’esercitare sull’uomo che ama. E se, per gratificare il proprio narcisistico io, il Leone commette l’errore di trascurarla diventando magari distratto anche nell’intimità, non si illuda di farla franca: la Toro prima lo ridurrà in pezzi e poi lo lascerà per costruirsi un vero futuro accanto a qualcuno più affidabile e coerente del suo…inadempiente Leone.

Che, ferito nell’orgoglio, non si sentirà più re della foresta, ma…gatto randagio.

Annunci

Una risposta a "Astrologia – Affinità di coppia del segno del Toro con gli altri segni – Leone"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.