L’angolo della Poesia

Napoli ieri oggi e domani

Amparo

Amparo,

quanto sei sola nella tua casa,

vestita di bianco!

(Equatore tra il gelsomino

e la tuberosa).

Ascolta i mervigliosi

zampilli del tuo cortile

e il fragile trillo giallo

del canarino.

Vedi a sera tremare

d’uccelli i cipressi,

mentre adagio ricami

iniziali sul canovaccio.

Amparo,

quanto sei sola nella tua casa,

vestita di bianco!

Amparo,

e quanto è difficile dirti:

ti amo!

Federico
Garcia Lorca

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...