Giardinaggio – l’orto

Napoli ieri oggi e domani

Terreno e
lavorazioni – 2

Attrezzatura

L’attrezzatura tradizionale prevede la vanga nelle due versioni a rebbi o a
lama. La prima risulterà utile per lavorare i terreni argillosi, la seconda per
quelli sabbiosi o, comunque, sciolti.

La zappa, contrariamente
alla vanga, non effettua un completo rivoltamento degli strati, ma solo uno
sminuzzamento del terreno lavorato.

Un badile
può essere utile per raccogliere sassi, distribuire terra ecc.

Falce,
falcetto
e sega
servono a eliminare infestanti di una certa consistenza o osticità come ad
esempio i rovi.

Per il trasporto del letame, dei raccolti o di altro
materiale servirà una carriola.

Il rastrello si
impiega per affinare e pareggiare il terreno.

Gli estimatori dell’agricoltura biologica possono
trovare in commercio un discreto numero di attrezzi per sostituire, in parte,
quelli tradizionali e consentire, nel contempo, l’esecuzione di tecniche
culturali alternative.

Tra questi ricordiamo la forca a denti piatti e la doppia
forca

View original post 567 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...