La favola del giorno

Napoli ieri oggi e domani

I fiori della
piccola Ida

Si sedé poi sul cassetto, pensando che certamente uno
o l’altro dei fiori sarebbero venuti a invitarla, ma non ne venne nessuno;
allora si mise a tossire: hem, hem, hem, ma non venne nessuno lo stesso.
L’ometto bruciaprofumi ballò da solo, per conto suo, e non c’era male davvero!

Dato che nessuno dei fiori sembrava vederla, Sofia si
lasciò cadere dal cassetto giù sul pavimento, e ci fu così una gran confusione;
tutti i fiori le corsero intorno, le chiesero se si era fatta male, ed erano
tutti molto gentili con lei, specialmente quelli che avevano dormito nel suo
letto; ma lei non si era fatta nulla e quelli la ringraziarono per il magnifico
giaciglio, le dimostrarono grande simpatia, la condussero in mezzo alla stanza,
proprio dove la luna brillava sul pavimento, e danzarono con lei, e gli altri
fiori fecero un cerchio tutt’intorno: ora…

View original post 508 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...