La favola del giorno

Napoli ieri oggi e domani

Cenerentola

  • Perché no? – disse la signorina Giulietta, – ecco un’idea!
    Far indossare il mio vestito a un brutto Culincenere come te! Dovrei proprio
    essere pazza!

Cenerentola si aspettava un simile rifiuto e ne fu
assai contenta, giacché si sarebbe trovata nei guai, se la sorella avesse
acconsentito a prestarle l’abito giallo.

Il dì seguente, le due sorelle tornarono al ballo e
Cenerentola pure, ma vestita ancor più sfarzosamente della sera prima. Il figlio
del Re non si staccò mai da lei e non fece che dirle cose tenere e galanti; la
nostra giovinetta non si annoiava davvero e dimenticò quel che la madrina le
aveva tanto raccomandato; così sentì suonare il primo tocco della mezzanotte
quando credeva che non fossero ancora le undici; allora si alzò e fuggì via con
la leggerezza di una cerbiatta. Il Principe le corse dietro, ma non poté
raggiungerla; fuggendo, ella perdette una delle…

View original post 638 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...