L’orto – alcuni principi di difesa antiparassitaria. – 2

Napoli ieri oggi e domani

Un’arma in
più contro i parassiti: la propoli

Allo scopo di difendere le gemme fiorali e gli apici
vegetativi le piante producono la propoli,
un miscuglio di sostanze ceroidi, gommose e resinose. Le api raccolgono questa
sostanza da pioppi, betulle, ippocastani, abeti, pini, castagne, querce ecc.,
la elaborano mediante le loro secrezioni salivari trasportandola, quindi,
all’alveare dove la utilizzano per turare fessure, smussare sporgenze,
verniciare pareti, rinforzare favi. Fino a qualche tempo fa la medicina
impiegava la propoli per le numerose proprietà che le si attribuivano:
cicatrizzanti, antinfiammatorie, battericide, antivirali. Ora l’attenzione di
alcuni studiosi si è rivolta alla possibilità di usarla in agricoltura come
antiparassitario. Del resto trovandoci di fronte a prodotti vegetali emessi
dalle stesse piante a loro protezione, risultava conseguenziale approfondire
questi aspetti.

Studi condotti in tal senso hanno dimostrato che la
propoli raccolta dalle api in primavera manifesta proprietà stimolanti sulla
fioritura e lo sviluppo…

View original post 680 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...