Curiosando qui e là

Come bevono gli elefanti

Utilizzano la proboscide, una struttura costituita dal labbro superiore e dal naso.

Dopo avere risucchiato l’acqua nella proboscide, più di 10 litri alla volta, gli elefanti infilano la punta dell’organo in bocca e ne fanno zampillare l’acqua.

Un elefante maschio può bere 212 litri di acqua in quattro minuti e 36 secondi.

Con la proboscide in bocca, gli elefanti possono ingerire l’acqua e respirare contemporaneamente perché le parti iniziali dei canali per la respirazione e l’alimentazione sono separate, a differenza di quanto avviene per l’uomo: acqua e aria dunque non si possono mescolare.

Anche i neonati umani sono in grado di poppare e insieme respirare dal naso, come gli altri mammiferi. Dopo pochi mesi, però, cambiamenti nella struttura del palato molle, fanno sì che il canale dell’aria e quello per bere si uniscano: ciò rende l’uomo incapace di respirare e bere insieme.

Quando gli elefanti sono molto giovani, non sono in grado di coordinare i muscoli della proboscide, e risolvono il problema bevendo direttamente con la bocca, piegandosi sulle zampe anteriori. Comunque, fin dalla nascita bevono e respirano contemporaneamente con facilità.

Una risposta a "Curiosando qui e là"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.