Affinità di coppia del segno dei Gemelli con gli altri segni – Bilancia

Gemelli-Bilancia

Fanno gli eterni fidanzati

Due nati nei segni d’Aria che si incontrano sono destinati a capirsi al volo. Tra loro la schermaglia amorosa è lieve, frizzante, piacevole. Tanto dolce e piacevole che agli interessati a volte sembra un peccato concluderla con un banale matrimonio…

Più ancora delle altre nate nei segni d’aria (Bilancia e Acquario), la Gemelli è un tipetto nervoso. Che si elettrizza facilmente, nel bene come nel male: basta un’inezia perché si entusiasmi e basta un nonnulla perché si ribelli, si deprima e chissà che altro ancora. Quindi bisogna assolutamente evitare di prenderla contropelo. Ma quale sarà mai il verso giusto?

Dipende. Dall’umore, dal momento, da tutto e da niente. L’unica cosa certa è che la Gemelli, sempre e comunque, rifiuta la banalità e non sopporta che l’uomo assuma con lei retorici atteggiamenti paternalistico-protettivi. Non per altro, ma perché le pare stupido che, con la miriade di donne alla disperata ricerca d’un compagno-padre-padrone, questi aspiranti patriarchi vengano a importunare proprio lei… Però è anche vero che può diventare addirittura isteriche se trova un uomo disposto ad assecondarla in tutto: se lui non reagisce alle provocazioni, non c’è più divertimento e allora addio anche all’amore. Insomma, coll’irrequieta mercuriana bisogna usare intelligenza, sensibilità e una buona dose di fermezza. Le qualità caratteristiche proprio dell’uomo bilancia, che è nato con il Sole in un segno d’Aria (intelligenza), governato da Venere (dolcezza, tatto, sentimento) e ssede di esaltazione di Saturno (rigore, decisione, severità). Un uomo a sua volta attratto dall’aerea femminilità gemelliana. Una femminilità tutt’altro che sensuale e inquietante. Anzi, inafferrabile, infantile, giocosa.

Quindi forse inconsistente per gli uomini terrestri quali, soprattutto, Capricorno e Vergine. Ma quasi perfetta per le astratte esigenze bilancine. Purché, è tassativo, la Gemelli in questione non abbia contratto il pernicioso morbo del protagonismo. In questo caso il Bilancia inorridisce e fugge, perché non regge al disgusto estetico provocato da risate troppo frequenti e squillanti, da un gesticolare convulso e scomposto, da un linguaggio in cui le parolacce si sprecano. Cioè dagli eccessi con cui talvolta la Gemelli tenta di mascherare la propria timidezza, il tarlo che troppo spesso rode la serenità della nata del terzo segno. Ecco, forse il bandolo della matassa gemelliana sta proprio qui; al contrario di quanto si crede, la mercuriana è un essere fragile. E ha bisogno di qualcuno capace di tenerne conto, pur senza farglielo pesare. Per questo il Bilancia può essere la persona più adatta per risolvere il rebus. Fin dal primo momento, da quando cominciano a parlar fitto fitto di cose astratte (l’Aria incontra l’Aria) e a capirsi al volo. E allora lei, sentendosi al riparo dal pericolo di aggressioni, diventa finalmente docile e fiduciosa, mentre lui, gratificato dalla metamorfosi, si rilassa. E pian piano si dipana il gioco lieve d’una schermaglia amorosa, fatta più di illusioni che di approcci. E che loro vorrebbero protrarre all’infinito… Ecco, il limite di questo rapporto sta proprio nella difficoltà di entrambi di scendere a un livello più  terrestre e concreto, perché non si può vivere tutta una vita giocando ai teneri fidanzatini di Peynet.

Ma, d’altra parte, chi dei due ha il coraggio di prendere una decisione impegnativa come quella di sposarsi? Non certo lei che, contraddittoria com’è, pur essendo innamorata, riesce a ironizzare su quella metà di se stessa che cede alla tentazione del “sempre-solo-con-te-per-tutta-la-vita”. Così, se non è lui a decidere, lei continua a tentennare. Ma il Bilancia, che pure è animato più di lei da una viva vocazione matrimoniale, avverte a tal punto l’irreversibile importanza (qui Saturno ci mette lo zampino!) di simili passi da non riuscire a districarsi nella ridda di pro e contro che la sua mente, eternamente in bilico, continua a produrre.

Allora, che dire? Forse l’ipotesi più realistica è che l’amore fra la Gemelli e il Bilancia è stupendo se è un primo, tenero, platonico amore adolescenziale. O quando, più adulto, è un rapporto breve. Effimero ed evanescente. Insomma, è qualche cosa di prezioso e, proprio per questo, estremamente fragile. Magico e precario come il volo di un aquilone.

Però, se l’aquilone riesce a mantenersi in quota, è qualche cosa di speciale. Delicato, leggero e arcano. E forse, proprio per questo, vale la pena di tentare l’impresa di farlo volare.

Una risposta a "Affinità di coppia del segno dei Gemelli con gli altri segni – Bilancia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.