L’angolo della Poesia

Ode su un’urna greca – 2

IV

Chi sono costoro che vengono al sacrificio?

A quale verde altare, o misterioso sacerdote,

quella giovenca conduci che ai cieli muggisce

e tutti i suoi fianchi di seta vestiti di ghirlande?

Quale piccola città presso il fiume o sopra la riva del mare

o costruita sul monte con la quieta cittadella,

questo mattino religioso di questo popolo si è svuotata?

E per sempre, o piccola città, le tue strade

Saranno silenziose; e non un’anima a dire

perché tu sei desolata può mai ritornare.

V

O attica forma! posa leggiadra! Con un intreccio

d’uomini e di fanciulle marmorei adornata,

coi rami della foresta e con l’erba calpestata,

tu, forma silenziosa, ci trai fuori dal pensiero

come l’eternità: fredda pastorale!

Allor che la vecchiezza spegnerà questa generazione,

tu rimarrai, in mezzo ad altro dolore

che non il nostro, amica all’uomo, cui dici:

“La bellezza è verità, la verità bellezza”: ciò è tutto

quel che sai sulla terra, tutto quel che ti occorre di sapere.

John Keats da Iperione e altri scritti poetici.

Una risposta a "L’angolo della Poesia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.