Monumenti di Napoli

Chiesa di San Pietro ad Aram

Secondo la tradizione, non rispondente alla verità storica, la chiesa nasce intorno all’altare su cui avrebbe celebrato San Pietro, venuto in città per formare i primi cristiani (Santa Candida e Sant’Aspreno) e fondare la chiesa napoletana.

L’edificio odierno è il prodotto di una lunga serie di rifacimenti.

Nel XII secolo, quando l’area era ancora esterna alle mura, esisteva già una chiesetta intitolata ai santi Pietro e Candida, cui fu annesso un monastero.

Un ripristino in forme gotiche risale all’età angioina, mentre la dinastia aragonese ampliò l’intero complesso, ormai interno alla nuova cinta muraria, e lo arricchì di un primo chiostro.

Un secondo chiostro fu aggiunto nel periodo rinascimentale.

Le varie sistemazioni della chiesa – compresa l’ultima, seicentesca – rispettarono sempre la posizione del cosiddetto altare di San Pietro, aggiungendo via via elementi architettonici e decorativi e limitandosi per lo più, dopo il Seicento, a opere di restauro.

Con minori cautele fu trattato il convento, trasformato in caserma dopo il 1799 e quasi del tutto demolito dai lavori di Risanamento.

Con l’intervento ottocentesco, mentre le aree liberate venivano occupate dalla nuova cortina del Rettifilo, l’ingresso principale della chiesa fu inserito in una facciata di gusto neo-rinascimentale, su via Santa Candida.

Di grande interesse sono gli ambienti sotterranei (una basilica paleocristiana e resti di una necropoli pagana), venuti definitivamente alla luce negli anni Trenta del secolo scorso.

In alcuni di essi, si pratica attualmente il culto delle anime purganti, un tempo radicato in molte altre cripte cittadine.

Una risposta a "Monumenti di Napoli"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.