L’angolo della Poesia

Napoli ieri oggi e domani

Riconoscenza
– Versione

Questa notte da dentro al letto con un urlo

ho messo sottosopra tutta la casa,

mi son messo a saltare come un grillo …

e ancora non ne sono convinto.

Ma come, dico io poi, con tanti sogni,

io sono andato a fare quello peggiore;

questi sogni sono sogni che ti possono

in un niente far morire di paura.

Io stavo in piedi sopra una montagna.

All’improvviso sento un lamento.

Il posto dove stavo io era solitario …

Dissi nella mia mente: questo è il rumore del vento!

Prendo e mi butto per un canalone

E vedo sotto un salice piangente

un fosso pieno pieno di pietre …

e sotto quel tumulo di pietre c’era un serpente.

  • Aiuto! Aiuto! – il povero animale

si mise a strillare con tutto il suo fiato!

Appena mi vide – Meno male!…

Salvatemi! Io adesso muoio perché non riesco a
respirare!…

View original post 165 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.