Monumenti di Napoli

Napoli ieri oggi e domani

Caponapoli

La collina di Caponapoli, oggi quasi del tutto
occupata dalle cliniche universitarie, corrisponde alla parte più alta e antica
della città greca.

Certamente – come testimoniano i ritrovamenti di
figurine votive in terracotta – si trovava qui un importante centro di culto e
forse sorgeva sull’altura anche il mitico tempio (o sepolcro) di Partenope, che
gli eruditi prima e gli archeologi dopo non hanno mai precisamente localizzato.

Ai santuari pagani – dimenticati e sepolti durante il
medioevo – si sostituirono poi chiese e conventi, oggi prevalentemente chiusi,
abbandonati o inglobati dalle strutture universitarie.

La chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli (nel largo
omonimo) fu fondata nel 1517 in onore di uno dei più celebri vescovi e protettori
di Napoli, abate del vicino monastero di San Gaudioso, venerato come santo già
nel IX secolo. Agnello avrebbe infatti condotto una vita quasi da eremita
proprio in questa zona, e sarebbe stato seppellito…

View original post 150 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.