L’angolo della Poesia

Alle donne gentili

Donne ch’avete intelletto d’amore,

i’ vo’ con voi de la mia donna dire,

non perch’io creda sua laude finire,

ma ragionar per isfogar la mente.

Io diche che pensando il suo valore,

Amor sì dolce mi si fa sentire,

che s’io allora non perdessi ardire,

farei parlando innamorar la gente.

E io non vo’ parlar sì altamente,

ch’io divenisse per temenza vile;

ma tratterrò del suo stato gentile

a respetto di lei leggeramente,

donne e donzelle amorose, con vuoi,

ché non è cosa da parlarne altrui.

Angelo clama in divino intelletto

e dice: “Sire, nel mondo si vede

maraviglia ne l’atto che procede

d’un’anima che ‘nfin qua su risplende”.

Lo cielo, che non have altro difetto

che d’aver lei, al suo segnor la chiede,

e ciascun santo ne grida merzede.

Solo Pietà nostra parte difende,

che parla Dio, che di madonna intende:

“Diletti miei, or sofferite in pace

che vostra spene sia quanto me piace

là ‘vè alcun che perder lei s’attende,

e che dirà ne lo inferno: – O mal nati,

io vidi la speranza de beati – “.

Dante Alighieri – continua domani

Privato del saluto di Beatrice, Dante ha deciso di cantare solo per lei. Comincia così il dolcestilnuovismo dantesco. La canzone che chiude il capitolo apre il gruppo delle poesie della lode.

Avvenne poi che passando per un cammino lungo lo quale sen gìa uno rivo chiaro molto, a me giunse tanta volontade di dire, che io cominciai a pensare lo modo ch’io tenesse; e pensai che parlare di lei non si convenia che io facesse, se io non parlasse a donne in seconda persona, e non ad ogni donna, ma solamente a coloro che sono gentili e che non sono pure femmine. Allora dico che la mia lingua parlò quasi come per se stessa mossa, e disse: Donne ch’avete intelletto d’amore. queste parole io ripuosi ne la mente con grande letizia, pensando di prenderle per mio cominciamento; onde poi, ritornato alla sopraddetta cittade, pensando alquanti die, cominciai una canzone con questo cominciamento, ordinata nel modo che si vedrà di sotto ne la sua divisione. La canzone comincia: Donne ch’avete.

(metro: strofe di quattordici endacasillabi secondo lo schema ABBC, ABBC, CDD, CEE).

Annunci

Una risposta a "L’angolo della Poesia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.