La favola del giorno

Napoli ieri oggi e domani

Il compagno di viaggio

Giovanni, poveretto, era
molto triste, perché suo padre era gravemente ammalato e senza più speranza di
guarire. Erano solo loro due nella stanzetta, la lampada sul tavolo stava per
spegnersi, ed era già molto tardi.

  • Sei stato
    un buon figliolo, Giovanni – gli disse il padre ammalato, – il Signore ti
    aiuterà lui a cavartela in questo mondo! – Lo guardò poi con occhi dolci e
    pensosi, trasse un profondo sospiro e morì; sembrava che dormisse. Ma Giovanni
    pianse: ora non aveva più nessuno al mondo, né padre, né madre, né fratelli, né
    sorelle. Povero Giovanni! Inginocchiato di fianco al letto, baciò la mano del
    padre morto e pianse molte lagrime amare, ma alla fine gli si chiusero gli
    occhi, e si addormentò con la testa appoggiata al duro fusto del letto.

Fece allora uno strano
sogno: il sole e la luna gli si inchinavano davanti…

View original post 683 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.