Monumenti di Napoli

Anticaglia

Il rettilineo irregolare che comprende le attuali vie Sapienza, Pisanelli, Anticaglia e Santi Apostoli, e che taglia via Duomo all’altezza della chiesa di San Giuseppe dei Ruffi, corrisponde al terzo decumano della città greco-romana, quello più settentrionale.

Il nome “anticaglia” deriva dalla presenza delle antiche murature in laterizio che formano i due archi a cavallo della strada.

Si tratta dei resti delle costruzioni che congiungevano il Teatro antico (sulla sinistra andando verso via Santa Maria di Costantinopoli) e il Bagno (sulla destra).

Il teatro, in cui si esibì anche Nerone, poteva contenere circa diecimila spettatori e occupava un’area pianeggiante fra questo decumano e quello maggiore, corrispondente all’odierna via Tribunali.

Adiacente ad esso era l’odeion, un teatro coperto, destinato a concerti e declamazioni in versi.

Proprio alla presenza degli antichi edifici per lo spettacolo è dovuta la smagliatura nell’impianto stradale, che ai bordi dell’area pubblica non è esattamente ortogonale: sono infatti leggermente curve sia via Pisanelli che via San Paolo.

Annunci

Una risposta a "Monumenti di Napoli"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.