Curiosando qui e là

Come si diventa ornitologo

Volatili che passione.

Non esistono corsi di laurea che diano un riconoscimento ufficiale per la professione di ornitologo.

E’ utile, una laurea in scienze biologiche o in scienze naturali, o ancora in veterinaria. In ogni caso però occorre coltivare la materia per proprio conto.

Esistono periodi a tema, tra i quali la Rivista Italiana di Ornitologia, fondata nel 1911, ed è utile prestare aiuto come volontari in varie associazioni, per esempio Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) o Wwf, o frequentare i corsi istituiti di tanto in tanto presso i Musei di Storia Naturale.

Anche per quanto riguarda la professione, non esiste una specializzazione vera e propria. Può però occuparsi principalmente di ornitologia chi lavora nei parchi naturali, e nelle riserve, o chi lavora presso un museo, sia come conservatore, sia come tassidermista.

Più riconosciuto è invece l’inanellatore: applica alla zampa degli uccelli un anello metallico, e ne studia le migrazioni.

In questo caso si deve frequentare un corso e sostenere un esame finale presso l’Istituto nazionale di Fauna Selvatica.

Istituto nazionale di Fauna Selvatica, Ozzano dell’Emilia (Bologna) telefono 051/6512111.

Lipu, Lega Italiana protezione uccelli, via Trento 49 Parma telefono 0521/273043 www.lipu.it

2 risposte a "Curiosando qui e là"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.