La favola del giorno

Napoli ieri oggi e domani

Il compagno
di viaggio – 6

Proprio in quel momento la fanciulla entrò cavalcando
insieme alle sue damigelle nella corte del castello, e così andarono a
salutarla. Era veramente graziosa, e quando porse la mano a Giovanni, egli
sentì di amarla ancora più di prima. Era impossibile che fosse una strega
cattiva e maligna come tutti dicevano. Salirono poi nel salone, e i paggetti
offrirono loro marmellata e panpepato, ma il vecchio re era così triste che non
poté mangiar nulla, e poi il panpepato era troppo duro per lui.

Fu deciso allora che la mattina dopo Giovanni sarebbe tornato al castello, e tutti i giudici e l’intero consiglio si sarebbero riuniti per sentire come se la cavava con gli indovinelli. Se gli fosse andata bene, sarebbe dovuto ritornare altre due volte, ma sino allora nessuno aveva indovinato, nemmeno la prima volta, e tutti avevano dovuto morire.

Giovanni non era…

View original post 1.030 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.