Monumenti di Napoli

In visita alla città – itinerario n. 5 – 2

Uscendo dal dedalo medievale, si torna all’impianto più antico di Neapolis, via Mezzocannone – oggi caratterizzata dal lungo prospetto laterale dell’università- separava come un solco il colle del Monterone, l’altura su cui si sviluppava la città, da quello di San Giovanni Maggiore. Tracce della murazione greca sono presenti su entrambi i lati della strada, che probabilmente era sede anche di una porta urbana: Porta Ventosa.

Lungo il lato orientale del fossato (quello dell’Università) correvano le mura del V secolo a.C., mentre le mura del IV secolo a.C., sul lato opposto, inglobarono, per maggiore sicurezza, anche l’area della strada.

Risalendo via Mezzocannone si raggiunge piazza San Domenico Maggiore. Girando a destra invece, si arriva al Rettifilo e poi attraverso via Porta di Massa, al mare. Il nome di quest’ultima strada ricorda antichi traffici portuali. Alla porta approdavano infatti le feluche provenienti da Massa Lubrense, cariche di latticini, vino, frutta e di una carne di vitello nota già nell’antichità e celebrata anche da Goethe.

Il risanamento ottocentesco, a monte, e le trasformazioni di via Marina, a valle, hanno profondamente mutato l’aspetto della zona, cresciuta dal medioevo in poi intorno al mercato e al porto.

Erano questi i cosiddetti quartieri bassi: popolosi, intricati, vivaci e malsani. Oggi, palazzi moderni vanno via via sostituendo gli edifici danneggiati dalla guerra, portando infine a realizzazione il piano di ricostruzione post bellico.

Le tavolelle, che offrivano pausa e ristoro, e che davano il loro nome allo spiazzo di Porta di Massa, sono un ricordo lontano. E con il tempo sembra cancellata perfino la memoria delle acque sorgive che affioravano numerose lungo l’area del porto e della spiaggia.

Tra le più famose, l’acqua di San Pietro Martire sgorgava nei pressi dell’omonimo convento, trasformato nel XIX secolo in edificio industriale e oggi restaurato per ospitare la Facoltà di Lettere.

A questo punto finisce l’itinerario n. 5. Arrivederci a domani per il 6.

3 risposte a "Monumenti di Napoli"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.