L’angolo della Poesia

Nnant’  ‘o spècchio

Spisse vote nnant’  ‘o specchio

Faccio ‘o cunto e nun me trovo:

tanta zille sempe ‘e meno

tanta rappe semp’  ‘e cchiù!

Forse è ‘o vino ca me vèvo!

‘O cafè, ‘e sicarette.

Tutte cose ca, ormai è certo,

fanno male a sta carretta.

M’haggi’  ‘a da’ forse nu freno?

M’haggi’  ‘a da’ na regolata?

Cu na vita cchiù pulita

Stu malanno passarrà?

Ma stu specchio, faccia tosta,

ca buscie nun dice mai

me risponne “Un è na chiaia,

Piezz’ ‘e sce’, chesta è ‘a vicchiaia!

C. Primavera

La versione della poesia di oggi

Davanti allo specchio

Spesse volte davanti allo specchio

Faccio i conti e non mi trovo:

tanti capelli sempre di meno

tante rughe sempre di più!

Forse è il vino che mi bevo?

Il caffè, le sigarette.

Tutte cose che, ormai è accertato,

fanno male a questo mio corpo.

Mi devo dare forse un freno? (a questi vizi)

Mi devo dare una regolata?

Con una vita più sana

Questi problemi passeranno?

Ma questo specchio, che ha la faccia tosta, (riflette la verità)

le bugie non le dice mai

mi risponde “Non è una piaga,

Pezzo di scemo, questa è la vecchiaia!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.