Locali storici e tipici napoletani

D’Angelo

Via Santa Maria di Costantinopoli 126/c

Nessuna insegna, eccetto una scritta rosso-fuoco ad indicare che qui si “raddoppiano chiavi di ogni tipo”. In realtà questo settore è recente, e si è venuto ad affiancare a quello che era l’attività principale della ditta: la lavorazione artistica del ferro battuto.

Benché le richieste siano ormai ridotte ancora oggi vengono realizzati lampadari, cancellate, acquasantiere, candelabri e altri oggetti di pregevole fattura.

Ad aprir bottega, all’inizio del Novecento, fu Carmine D’Angelo, che aveva appreso il mestiere nell’officina di Zeno Bertoli, giunto in città al seguito di un’azienda milanese per montare la cupola della Galleria Principe di Napoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.