Affinità di coppia del segno del Cancro con gli altri segni – Sagittario.

Cancro-Sagittario

Lei gli fa da mamma

Tenere il ritmo di uno scalpitante centauro è faticoso per una languida, pigra e sensuale cancerina. Lo stress può fare da detonatore a contrasti insanabili. Ma se il rapporto resiste comunque, lui col tempo si calma e non può più fare a meno delle materne premure di lei.

Se vuole evitare dispiaceri e calde lacrime, la giovane Cancro dovrebbe girare alla larga dal ragazzo del Sagittario. Altrimenti sarebbe costretta a constatare a sue spese che la speranza di riuscire a mettergli il sale sulla coda è un sogno irrealizzabile. Prima o poi bisogna aspettarsi che lui prenda il largo all’improvviso, travolto d’amore per un’altra e affamato a esternarle quello stesso entusiasmo che, fino a un attimo prima, manifestava con passione alla sua trepida e innamoratissima Cancro.

Una Cancro resa nel frattempo particolarmente vulnerabile dallo stress causato dai suoi coraggiosi tentativi di sostenere il ritmo scalpitante del giovane Sagittario.

Infatti per la contemplativa natura lunare è un vero trauma sopportare, per esempio, l’esperienza di sveglie che suonano a ore antelucane, di tremende scarpinate che il Sagittario organizza e affronta a ripetizione, attingendo a mostruose riserve di energia. E questo sarebbe ancora tollerabile. Ma il peggio arriva dopo. Quando, raggiunta la sospirata meta e calata una galeotta notte di luna, lei, già pregustando romantiche ricompense, viene trascinata quasi a forza nel bel mezzo di affollata tavolata.

E lì, piazzato allegramente a capotavola, l’instancabile Sagittario, cura una chiassosa regia di canti e libagioni. A notte inoltrata si ricorda finalmente di fare ardenti profferte amorose alla Cancro che, ormai stremata dalla fatica e delusa nei sentimenti, sogna solo di sprofondare nelle riposanti braccia di Morfeo.

Però, se la Cancro è ormai adulta e se, soprattutto, il Sagittario comincia ad essere un po’ stagionato, a una loro love story può arridere un successo inatteso e duraturo.

Infatti, quando lui ha già avuto modo di sfogare il surplus di entusiasmi, curiosità, spirito d’avventura e, soprattutto, si è sbizzarrito nel correre la cavallina, le sue curiosità si disciplinano, orientandosi verso itinerari più calmi e prevedibili. Allora per la Cancro è decisamente più facile domarlo.

Tanto più che lui, ormai saturo di rotte perigliose e di spazi sterminati, comincia ad accarezzare la prospettiva di saldi ormeggi e porti sicuri. Una prospettiva che lei sa rendere particolarmente seducente, abile com’è nell’offrirgli un amore incondizionato, che sottintende il tacito ma trasparente desiderio d’immediate evoluzioni coniugali coronate da nutrita prole. Così, quando è ormai maturo per tentare l’avventura del pater familias, lui, conquistato dalla sensuale dolcezza della femminilità cancerina, ne asseconda le iniziative e si sottomette docile alle briglie matrimoniali.

E poi, come va a finire? Nella maggior parte dei casi, bene. Infatti, quando gli assolutismi giovanili si stemperano, la Cancro e il Sagittario hanno la possibilità di scoprire di avere davvero tante cose in comune. Infatti lei, madre per vocazione, si sente felice quando è riuscita a trasformare quello scavezzacollo del Sagittario nell’entusiasta padre dei suoi figli. E, per premiarlo, lo ricompensa allora con generose gioie del talamo, corredate da cure quasi materne. Fatte insieme di calorosa sollecitudine e di distratta indulgenza.

E, mentre finge d’essere disposta a chiudere un occhio sulle scappatelle sagittariane, stringe sempre più le maglie del matriarcato cancerino, fondato sul potere della dolcezza e sulle trame di piacevoli abitudini cui è veramente difficile rinunciare. Così il Sagittario diventa sempre più prigioniero di tavole ben imbandite e biancheria fragrante di bucato e si cala felice nei panni d’un appagato padre di famiglia che ha ben poco da spartire col riottoso centauro d’un tempo.

Certo, a qualcuno può sembrare una fine un po’ ingloriosa. Ma non è affatto detto che una famiglia serena e una casa accogliente siano poi una realtà così grigia. Soprattutto se questa casa è movimentata dal festoso tocco dell’ospitalità sagittariana, impreziosita dalle magiche arti che caratterizzano la Cancro quando si cimenta ai fornelli. Infatti l’accoglienza e le leccornie che attendono chi varca la soglia di casa d’una coppia Cancro-Sagittario danno all’evento un sapore di raro benessere e di appagamento. Tanto che tutti non vedono l’ora di ritornare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.