L’angolo della Poesia

‘E ddòje campane

Dicètte ‘a bona fata a nu studente.

Niente te manca:… io che te pozzo da’?

Voglio ‘e denare! Senza ‘e llire ‘a gente

‘ncopp’ a stu munno comme po’ campà?

Dicètte ‘a fata a n’ommo ricco e viecchio

che s’ammalincuniva ‘nnanze a ‘o specchio:

Dimme che vuò pe’ te calmà ‘st’affanne?

  • Oh, fata mia, vurria tenè vint’anne!

G. Aliperti

Le due campane – versione

Disse una buona fata a uno studente.

Non ti manca niente:… io che ti posso dare?

Voglio i denari! Senza le lire la gente

Sopra a questo mondo come può campare?

Disse la fata a un uomo ricco e vecchio

che si immalinconiva davanti a uno specchio:

Dimmi che vuoi per calmarti questo affanno?

  • Oh, fata mia, vorrei avere vent’anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.