L’angolo della Poesia

‘O ccisto e ‘a garsella

Si ‘o cunto se fa sempe ‘ncopp’  ‘e fatte,

io quanno conto ‘e muorte ‘int  ‘o giurnale,

‘e fèmmene nun so’ a tre o quattro,

l’uòmmene ddòje culonne … e ccà sta ‘o mmale!

M’  ‘o vulesse spiegà, da’  ‘na raggione:

ma ‘sti raggione ccà so’ ‘ntruppecose.

Ll’ommo quanno fa ‘ammòre è sciampagnone

e po’ nun ammesura tanta cose …

Nun ammesura ‘o ccisto dint’  ‘a lampa …

La donna si sparagna in ogni amplesso

e fernesce accussì ca essa campa

e ll’ommo – fesso fesso – more ampresso!

L. Lupoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.