Monumenti di Napoli

Neapolis – Cenni di storia antica  – 7

Le vacanze e gli “otia” in Campania

Cassiodoro, ancora nel VI secolo, in una retorica lettera, in cui veniva permesso ad un alto ufficiale di andarsi a curare alle terme di Baia, ci dà una splendida descrizione delle rive del golfo di Napoli: “Lì, dicono, il sole è più splendente, l’aria salubre e il clima mite rendono la natura più seducente.

Lì la mente umana entra in contatto con un mondo misterioso, né per questo cessa di ammirare ciò che può conoscere… La terraferma appare come proiettata nel mare, i pesci pascolano come mandrie in cattività e la pesca prevista è così piacevole che si rallegra l’animo di coloro che osservano in attesa di un lauto banchetto…Le terme, alimentate da vapori caldi, sono più salubri di qualsiasi bagno riscaldato artificialmente, poiché la Natura eccelle di gran lungo l’umano ingegno… Nulla è più eccelso dei lidi baiani, dove si unisce la possibilità di avere delizie dolcissime e di appagarsi dell’impareggiabile dono della salute”.

Con la fine dell’età antica calò il sipario sulle lussuose ville marittime del golfo di Napoli: ma le copiose sorgenti termali presenti fra Napoli, Pozzuoli e Miseno hanno continuato ad essere frequentate fino ai giorni nostri.

Augusto e il Pausilypon, Capri e i giochi isolimpici. 1

Nel 15 a.C. Augusto ereditò la celebre villa del ricchissimo cavaliere Vedio Pollione a Posillipo. Le imponenti rovine della sua Villa Pausilypon – termine di origine greca che vuol dire pausa dai dolori, da cui deriva il nome Posillipo – sono tuttora visibili sul promontorio tufaceo all’altezza degli isolotti della Gaiola, in una vasta area (14 ettari). I ruderi comprendono, lungo il mare, dighe, moli, peschiere, un porto, un grande ninfeo, detto “Scuola di Virgilio” perché – secondo una credenza medievale – il grande poeta vi avrebbe insegnato le arti magiche. Continua domani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.