Note alla poesia Il giuramento di Pontida di Giovanni Berchet – postata ieri e oggi.

L’han giurato… Pontida: il 7 aprile 1167 nel convento di San Giacomo a Pontida, presso Bergamo, si riunirono i rappresentanti delle città aderenti alla Lega Lombarda contro il Barbarossa e giurarono di difendere la libertà dei Comuni dagli abusi dell’autorità imperiale.

venti città: le città furono in effetti 19.

pennon: bandiera.

sul cener… abituro: sulle ceneri della casa incendiata dagli invasori. Sembra evidente l’allusione alla distruzione di Milano, per opera di Federico Barbarossa, nel 1162.

la lombarda… siede: la donna lombarda non se ne sta più inerte e affranta.

Ella è sorta: ella si è scossa, ha deciso di lottare.

frugali: semplici, modeste, contente di poco.

contente agli sposi: contente dell’amore coniugale.

voi che i figli… dubbiosi: voi, della cui forza i figli non nutrono alcun dubbio.

spiraste il voler: ispiraste, determinaste la volontà di lottare.

Perché ignoti… retaggio?: perché degli stranieri che non ebbero antenati nella nostra terra vi stanno come se l’avessero avuta in eredità (retaggio) dai padri?

una terra… fruir: forse che Dio non ha dato anche a loro una patria ed il possesso (fruir) di usi (costumi) e lingua propria? Così come in Manzoni (una d’arme, di lingua, d’altare/di memoria, di sangue e di cor) l’idea di nazione non è solo politica o geografica, ma comprende tutte le espressioni, gli usi, le credenze di un intero popolo e costituisce il suo patrimonio.

Maladetto… rapir: è già l’idea mazziniana del diritto-dovere alla libertà; pertanto è maledetto chi si appropria (usurpa) ciò che è di altri, ma anche chi si lascia depredare (rapir) della patria che Dio gli ha assegnata. Dio ha creato gli uomini liberi, ha assegnato loro una patria e nessuno ha diritto di appropriarsi di quella altrui; è questo il concetto romantico del nazionalismo, il diritto-dovere di ogni nazione.

squilla: campana.

Chi ha in feudo una villa: chi ha in beneficio un paese.

ch’ei giurò: al quale giurò fedeltà.

dubbiezze: incertezze, dubbi.

Federigo?: Federico I di Svevia detto il Barbarossa (1152-1190) lottò a lungo contro i Comuni italiani scendendo in Italia ben sei volte e la sesta volta fu definitivamente sconfitto a Legnano il 29 maggio 1176 dalla Lega Lombarda. Morì nel fiume Salef in Cilicia durante la III Crociata.

brando: spada.

Questi: i soldati di Federico.

predando: depredando, rubando.

Che monta?: che conta, che importa?

onde ai figli fer dono: che diedero ai loro figli.

irto: rozzo, incivile.

increscioso: odioso.

vi sortì: vi ha dato in sorte, vi ha assegnato.

Vaghe figlie… amore: belle fanciulle in attesa di offrire il vostro cuore.

chi un sopruso… ricordi: chi ha subìto (patito) una ingiustizia (sopruso) se ne ricordi ora per vendicarsi.

ingordi: uomini avidi, predatori.

del fulvo lor sir: del loro re dalla barba rossa.

Libertà… volenti: la libertà non viene meno (non fallisce) a chi fortemente la desidera (ai volenti).

addita: indica.

promessa a chi… desir: è una promessa a chi dedica (ponvi = vi pone) la vita alla sua conquista, non un premio per chi senza far nulla (inerte) si limita a desiderarla.

i paterni suoi fochi: i fuochi della sua casa paterna.

qui sconti dolor per dolor: sia punito qui scontando con le proprie sofferenze le sofferenze inflitte agli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.