L’angolo della Poesia

Muoio contento

Io volava incontro a morte;

ma quel dì non vi pensai;

il mio cor batteva forte,

qual battuto non ha mai. (1)

Dentro un carcere serrato (2)

mi han tenuto per tre dì;

ieri m’hanno condannato,

ma un sospir non mi fuggì.

Ah! perché dal suo natio

venne a me quel venticello?

Perché parve al guardo mio

questo ciel cotanto bello?

Scocca l’ora! (3) già una fossa

fin dall’alba si scavò.

Pur (4) son lieto, ché quest’ossa

nella patria lascerò. (5)

Pietro Paolo Parzanese – da Canti del Viggianese

  1. Come non ha mai battuto.
  2. Chiuso.
  3. È ormai vicino il momento in cui verrò giustiziato.
  4. Nonostante tutto
  5. Perché le mie ossa saranno seppellite nella mia patria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.