Locali storici e tipici napoletani

Graziani

Piazza Dante 58

Entrando non si può non rimanere colpiti: il rumore sordo delle linotype si coniuga bene con macchine, punzoni, vecchi calchi, e con le pareti stracolme di targhe, pergamene, timbri.

Qui sopravvive una tradizione artigianale che ebbe inizio ai primi del secolo scorso, in un piccolo chiosco sulla piazza, a destra della statua di Dante, dove Giuseppe Graziani, giovanissimo, cominciò a incidere a mano stemmi araldici di famiglie nobili su targhe in ottone o bronzo.

Negli anni Trenta si trasferì al n. 58 della stessa piazza e nel tempo i locali si ampliarono fino a occupare i tre piani attuali.

Accanto alle targhe, arrivarono timbri e, subito dopo, si sviluppò il settore tipografico.

Nel ’90, infine, è nata la “Graziani editore”, inaugurata, non a caso, da una collana dedicata all’artigianato meridionale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.