Monumenti di Napoli

La città nell’Alto Medioevo

Tra Goti e Bizantini

Una scena di assedio in un codice conservato a Montecassino

L’ultimo imperatore di Roma, Romolo Augustolo, fu relegato, dopo la sua deposizione, nella splendida villa di Lucullo che, digradando dalle pendici della collina di Pizzofalcone, arrivava fino alla piccola isola di Megaride, in seguito occupata da Castel dell’Ovo.

Odoacre, re degli Eruli, metteva fine così alla storia di Roma e per la città di Napoli si apriva la strada che l’avrebbe portata, nell’arco di alcuni secoli, a divenire il centro di un ducato autonomo e a conquistare un’indiscussa preminenza tra le città della Campania.

L’inizio di questo lungo periodo – i Normanni entreranno in Napoli solo verso la metà del XII secolo – fu funestato dalla lunga e terribile guerra combattuta tra i Goti e i Bizantini, nella quale Napoli si trovò implicata: la città costituiva infatti un delicato punto strategico, molto munita militarmente, e il controllo del suo porto poteva cambiare le sorti del dominio nell’Italia meridionale.

A Napoli i Goti avevano una guarnigione militare e i loro rapporti con la popolazione locale erano improntati alla piena collaborazione: non a caso Belisario, inviato dall’imperatore d’Oriente, procedette a fatica nell’occupazione della città.

Le fonti a questo riguardo sono discordanti: alcune ricordano il saccheggio seguito alla conquista, così feroce che lo stesso Belisario fu duramente ripreso da papa Silverio e costretto a ripopolare la città chiamando uomini e donne del vicino contado; altre fonti invece, forse più attendibili, mettono l’accento sui vari tentativi effettuati dal generale bizantino per raggiungere un accordo con i cittadini napoletani, tentativi resi vani anche dall’ostinato rifiuto della potente comunità ebraica. Celebre rimane l’ingresso delle truppe in città attraverso l’acquedotto: la conquista non fu tuttavia così devastante da compromettere per un lungo periodo le normali attività cittadine. Continua domani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.