Affinità di coppia del segno del Leone con gli altri segni – Sagittario

Leone-Sagittario

Con lui è una gattina

L’alterigia di una bella Leonessa di solito mette in difficoltà qualsiasi corteggiatore. Ma non ha alcun effetto sull’irruento gioviano, che facilmente riesce a stanare la sua preda, rendendola docile e domestica…

Da giovane il Sagittario ha spesso il fascino ambiguo del mitico centauro: il suo corpo muscoloso e compatto tradisce un’istintività prepotente e molto terrestre, ma la sua mente è spesso assorta in meditazioni filosofico-esistenziali tutt’altro che banali, anche se un po’ megalomani e contraddittorie. Però, lungi dal tradire la carne per lo spirito, lui non trascura né divertimenti né piaceri: in compagnia è uno dei più chiassosi e allegri. Non perde occasione per lanciare proposte di pingui libagioni da consumare in un’osteria alla buona.

E la Leone, che è una protagonista ma non una snob, si diverte parecchio quando le capita di essere coinvolta in queste iniziative sagitteriane. Non le dispiace neppure che lui la tratti con un cameratismo spontaneo e affettuoso cui non è abituata visto che, di solito, le pare che gli altri si sentano obbligati a mantenere con lei un atteggiamento protocollare. Lei non se lo spiega, ma è un fatto che l’alterigia leonina mette i più in un sottile stato di soggezione che crea una specie d’invisibile diaframma fra lei e gli altri.

Ma questo diaframma l’irruento Sagittario manco lo vede. Così tratta la Leonessa come una gattina qualunque e gioca allegramente con lei.

Va a finire che la Leonessa… comincia a fare le fusa e, in men che non si dica, i due si mettono insieme.

Ma la storia quanto può durare? Dipende. Soprattutto dal Sagittario. Che, come tutti i nati nei segni mobili (gli altri sono Gemelli, Vergine, Pesci), è un tipetto piuttosto volubile. Se lei non si sbriga a mettergli le briglie, rischia di vederlo fuggire al galoppo.

Ma se la felinità leonina sfodera le armi dell’astuzia e fa leva sugli istinti patriarcali che sonnecchiano in ogni Sagittario, lui si fa addomesticare. Cioè convertire al matrimonio, al cui gioco si sottomette dopo aver celebrato un solenne, affollato e rumoroso addio al celibato. Insomma il gran passo lui lo fa a cuor contento. A patto, però, che lei non allestisca una cerimonia nuziale all’insegna d’un esibizionismo artificioso e non pretenda di fargli indossare il tight. Queste considerazioni sulla coreografia nuziale possono sembrare banali o marginali, ma non lo sono affatto. Pongono infatti l’accento su uno dei più critici elementi di dissenso che possono rovinare le notevoli possibilità di accordo fra la Leone e il Sagittario. Fin dall’inizio, infatti, lei deve assolutamente trovare il modo di soddisfare il proprio protagonismo senza costringere l’edonista gioviano a rivestire panni scomodi e ad assumere atteggiamenti ricercati. E poi c’è un segreto: ribelli di fronte alle imposizioni, i nati nei segni mobili sono molto duttili e riescono col tempo ad adattarsi spontaneamente ad ambienti e persone che li circondano. Così può succedere che il Sagittario, accanto a una nata nel quinto segno abbastanza paziente, cominci a fare suoi gli atteggiamenti leonini.

Nel frattempo, a lei conviene ingannare l’attesa godendo le gioie di una compagnia rasserenante come quella del Sagittario. Perché, bisogna pur dirlo, è piacevole vivere accanto a un tipo che non sta lì a sindacare per ogni inezia, che dice quello che pensa e se qualcosa non gli va lo fa notare senza sbraitare né mettere il muso per anni.

Sì, d’accordo. Anche lui i suoi difetti li ha. Per esempio, la mania ricorrente di pontificare sprecando fiumi di parole. O, cosa strana per lui che è un generoso quasi mani bucate, ogni tanto va soggetto a inspiegabili raptus d’avarizia che si affanna a giustificare con pretestuosi sermoni moralistici.

Ma poi, per fortuna, gli passa e il denaro ricomincia a fluire copioso dalle sue mani, con grande sollievo della piuttosto spendacciona Leone. Ma non sono queste le sole soddisfazioni che lei può attendersi. Ce n’è in serbo anche nell’intimità. Infatti un compagno centauro non è certo un compagno pigro ne latitante. Al massimo, piuttosto rapido, ma è probabile che questo non contrari troppo la Leonessa che, nata in un segno di Fuoco, dovrebbe vedere di buon occhio i ritmi serrati.

Insomma, pur con qualche inevitabile angolo da smussare, questa coppia può riuscire vittoriosa nella difficile impresa coniugale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.