Curiosando qui e là

E’ vero che le cellule si suicidano?

La prima documentazione del suicidio cellulare o apoptosi (dal termine greco che indica la caduta stagionale delle foglie) risale al 1965.

La cellula perde rapidamente volume, il nucleo si disgrega, i cromosomi si frammentano, e in meno di due ore si crea un grumo proteico che viene poi fagocitato dalle altre cellule.

Inizialmente si riteneva che l’apoptosi fosse dovuta esclusivamente a aventi traumatici. Si è invece poi scoperto che ha un ruolo centrale nel ricambio cellulare. Ed è molto importante nello sviluppo embrionale.

L’embrione elabora la propria forma attraverso un procedimento paragonabile alla scultura: la morte di alcune cellule, per esempio, crea lo spazio che delinea le estremità degli arti. L’apoptosi riveste un ruolo anche nella formazione sia del sistema nervoso centrale sia del timo, un organo determinante per il funzionamento del sistema immunitario.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.