L’angolo della Poesia

Canto notturno di un pastore errante dell’Asia – 3

Nasce l’uomo a fatica,

ed è rischio di morte il nascimento.

Prova pena e tormento

per prima cosa; e in sul principio stesso

la madre e il genitore

il prende a consolar dell’esser nato.

Poi che crescendo viene,

l’uno e l’altro il sostiene, e via pur sempre

con atti e con parole

studiasi fargli core,

e consolarlo dell’umano stato;

altro ufficio più grato

non si fa da parenti alla lor prole.

Ma perché dare al sole,

perché reggere in vita

chi poi di quella consolar convenga?

Se la vita è sventura,

perché da noi si dura?

Intatta luna, tale

è lo stato mortale.

Ma tu mortal non sei,

e forse del mio dir poco ti cale.

Giacomo Leopardi – continua domani

Note alla poesia

ed è rischio… nascimento: e già il momento stesso della nascita è drammatico per l’uomo ed egli rischia la morte durante il travaglio del parto.

la madre e il genitore… si dura?: nei primi giorni della sua vita il bambino è vezzeggiato dai genitori che in tal modo sembrano volerlo consolar dell’esser nato. Poi man mano che cresce (poi che crescendo viene) i genitori lo consolano e lo incoraggiano, cercando di (studiansi) sollevarlo dai dolori e dalle delusioni quasi a volerlo ripagare del danno che gli hanno procurato mettendolo al mondo. in verità questo di confortare i figli è il compito migliore dei genitori; ma allora perché mettere al mondo (dare al sole), perché mantenere in vita chi poi si deve (convenga) confortare per il fatto stesso di essere stato generato? Se la vita è una sventura, perché da parte nostra si sopporta?

ti cale: ti importa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.