Monumenti di Napoli

La città nell’Alto Medioevo

Le “Diaconie” e le antiche cattedrali – 8

Le Basiliche Maggiori – 4

La Basilica di Santa Maria Maggiore, in via Tribunali, fu eretta alla metà del VI secolo dal vescovo Pomponio e fu intitolata alla Madre di Dio in opposizione alle diffuse eresie antimariane.

La chiesa è anche nota come “Pietrasanta”, perché, vi fu rinvenuta una pietra con una croce e la seguente iscrizione: “Papa Giovanni secondo consanguineo de Santo Pomponio entrando a consacrare questa ecclesia con sei cardinali donò dieci milia et seicento giorni de indulgentia ogni giorno che avante questa pietra si dicesse uno Pater Noster et Ave Maria”.

Sembra che anche questa basilica sia stata edificata sulle rovine di un antico tempio pagano, forse dedicato a Diana: di essa comunque più nulla ci è sopraggiunto, essendo stata distrutta verso la metà del Seicento e riedificata, con impianto a croce greca sormontato da un’ampia cupola, secondo il progetto di Cosimo Fanzago.

Nel corso del IX secolo accanto alla chiesa fu eretto il Campanile romanico, che costituisce una delle più importanti strutture medievali sopravvissute in citta. La torre, a sezione quadrata, conclusa da un’alta cuspide di tipo piramidale, è caratterizzata da una compatta struttura laterizia nella quale si aprono due ordini di strette monofore arcuate e, in alto, una bifora su ciascuno dei  lati della cella campanaria. Nella cortina di mattoni risultano inseriti alcuni elementi decorativi come il grifo, nonché marmi romani di spoglio, tra i quali un capitello corinzio e un cippo con un’epigrafe di commemorazione. Continua domani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.