Curiosando qui e là

Che cos’è il latte a lunga durata?

Si tratta di un latte “ad alta pastorizzazione”, cioè trattato in modo da conservarsi più a lungo del tradizionale latte fresco (circa 8-10 giorni contro i 4 previsti per legge).

Viene utilizzata a questo scopo la pastorizzazione a temperatura elevata, 120° C, per mezzo secondo. Dal punto di vista nutrizionale, in questo prodotto, si ha una leggera perdita di alcune proteine del latte.

Un’altra tecnica prevede invece la combinazione di più operazioni: separazione meccanica, trattamento al calore, filtrazione su membrane (microfiltrazione), pastorizzazione.

Nella prima fase il latte crudo viene separato meccanicamente nelle due componenti fondamentali: panna e latte magro. La panna viene sottoposta a un riscaldamento superiore ai 120° C.

Il latte magro viene riscaldato a circa 50° C e poi filtrato su membrane, una sorta di colino che trattiene i batteri. Poi i due composti vengono riuniti e pastorizzati a una temperatura superiore ai 71° C: così il numero di microrganismi che rimangono è minimo e questi non alterano il latte per 8-12 giorni (a patto che il prodotto sia conservato in frigorifero).

Il valore nutrizionale di questo latte è simile a quello del latte fresco.

L’unica tecnica ammessa per la produzione del latte definito fresco, è invece la pastorizzazione gentile, con temperature tra 72 e 78° C per circa 15 secondi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.