L’angolo della Poesia

Banderuola

Vento del Sud,

ardente e bruno,

passa sulla mia carne

portando semi

di fulgenti sguardi

tra profumi

di fior d’arancio.

La luna si fa rossa

e singhiozzano

prigionieri i gattici,

ma troppo tardi vieni!

Già ho chiuso nella scansia

la notte della mia storia.

Senza alcun vento,

dammi ascolto!

gira, cuore;

gira, cuore.

Vento del nord,

orso bianco del vento!

Passa sulla mia carne

tremante d’aurore

boreali,

con il tuo codazzo di spettri

capitani,

ridentotela

di Dante.

Oh come rendi le stelle pure!

Ma troppo tardi

vieni.

L’armadio è coperto di muschio

ed ho perso la chiave.

Senza alcun vento,

dammi ascolto!

gira, cuore;

gira, cuore.

Brezze, gnomi e venti

di nessuna parte.

Moschini della rosa

dai petali a piramide.

Alisei svezzati

tra gli alberi rudi,

flauti nella tormenta,

lasciatemi!

Pesanti catene

trascina il mio ricordo

e non è libero l’uccello

che disegna trilli

nella sera.

Le cose che se ne vanno non tornano più,

tutti lo sanno,

e fra l’illustre massa dei venti

a nulla serve lamentarsi.

Vero, pioppo, maestro di brezza?

A nulla serve lamentarsi!

Senza alcun vento,

dammi ascolto!

Gira, cuore;

gira, cuore.

Garcia Lorca – Fuente Vaqueros (Granada), luglio 1920

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.