Monumenti di Napoli

Vista dall’alto del Castel dell’Ovo e il Borgo Marinari a Santa Lucia.

L’età dei Normanni – 5

L’assedio della città – 2

Lo strapotere raggiunto dai Normanni convinse il pontefice Leone IX a intervenire: una potente armata formata da truppe mercenarie e da cavalieri longobardi, abruzzesi e molisani si congiunse con altre truppe inviate dall’imperatore bizantino, ma a Civitate l’esercito normanno guidato da Pietrone di Taranto, Riccardo di Capua e Roberto il Guiscardo inflisse una tremenda sconfitta alle truppe alleate, facendo addirittura prigioniero lo stesso pontefice.

Padroni del campo rimasero Riccardo e il Guiscardo, e con loro il Ducato di Napoli dovette fare i conti.

In un primo tempo i Napoletani scelsero di assistere neutrali alla competizione che inevitabilmente scoppiò tra i due capi normanni. Ma venne il tempo delle scelte di campo e si preferì allora parteggiare per il potente e lontano Guiscardo piuttosto che per il principe capuano: anzi, per le truppe di Roberto venne istituito anche un mercato alle porte della città, in un luogo molto selvaggio ma assai ricco di acque sorgive.

A rompere questa fragile alleanza concorse il nuovo accordo raggiunto dalle due parti contendenti: il principe di Capua garantì a Roberto le proprie truppe per espugnare Salerno, guidata da Gisulfo II, ultimo baluardo longobardo insieme con Benevento, mentre a sua volta il Guiscardo promise a Riccardo una flotta e un esercito per impadronirsi del Ducato di Napoli. Si apriva così per il popolo partenopeo una lunga stagione di guerra. Salerno cadde in mano normanna nei primi giorni di dicembre del 1076, dopo un sanguinoso assedio durato sette mesi. Restava da rispettare l’altra metà dell’accordo. Vennero così devastate le campagne del Ducato napoletano, con tale ferocia da attirare la scomunica del papa. Toccò poi alla flotta amalfitana e calabrese portare l’assedio a Napoli. Continua domani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.