Curiosando qui e là

Come si diventa allevatori di gatti.

Si comincia per hobby e per amore dei felini.

Fare l’allevatore di gatti è più un hobby che un lavoro, ma in alcuni casi può diventare un’attività redditizia: un cucciolo di razza vale infatti anche 500-800 euro.

Il punto di partenza è l’interesse per una particolare razza, per esempio il siamese, il ragdoll, il maine coon.

Si incominciano poi a frequentare, per qualche anno, le esposizioni feline, dove si vedono gli animali, si incontrano gli allevatori, si possono conoscere problemi e costi di questa attività.

Per cominciare si comprano uno o più gatti (per gli accoppiamenti si ricorre in genere a scambi tra allevatori) con il pedigree, cioè il certificato di nascita, che deve essere rilasciato da un ente autorizzato.

In genere è necessario anche iscriversi all’associazione di categoria.

Dopo tempi e modi stabiliti dalle varie associazioni, si ottiene l’affisso, un nome di fantasia che diventa il cognome dei propri gatti.

Per l’allevamento non servono grandi spazi né gabbie: la maggior parte degli allevatori ha pochi gatti, di solito un maschio e tre o quattro femmine, coi quali condivide gli spazi, come avviene con i gatti di casa.

per saperne di più:

Fiaf, Federazione Italiana delle associazioni feline.

Anfi, Associazione nazionale felina italiana. Tel. 0114344627 www.anfi.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.