Curiosando qui e là

Aneddoti

Amorevoli cure – 3

Un giorno, un uomo armato di lancia, inseguendo un fuggitivo si avvicinò di corsa a Socrate (469-399 a. C), il filosofo ateniese sostenitore dell’esistenza di una verità assoluta cui pervenire attraverso la dialettica. “Fermalo! Fermalo!” gridò la filosofo. Ma egli non si mosse.

“Sei sordo?” gli urlò, fermandosi, l’uomo armato: “Perché non hai sbarrato la strada a quell’assassino?”.

“Un assassino? Che cosa intendi con questa parola?”.

“Oh perbacco! Un assassino è uno che ammazza”.

“Un macellaio allora”.

“Vecchio stolto! Voglio dire un uomo che ammazza un altro uomo”.

“Un soldato, dunque”.

“Ma no! Un uomo che ne uccide un altro in tempo di pace”.

“Un carnefice”.

“Stupido! Un uomo che ne uccide un altro a casa sua”.

“Ah, un medico!”

L’uomo armato riprese a correre.

Nella foto la riproduzione del celebre aneddoto che ha per protagonista il filoso greco Socrate, che non riesce a “capire” (in realtà non può definire) cos’è un assassino.

Nel disegno la riproduzione del celebre aneddoto che ha per protagonista il filosofo greco Socrate, che non riesce a “capire” (in realtà non può definire) cos’è un assassino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.