Monumenti di Napoli

Al tempo degli Svevi – 2

Federico II, i mercanti e i forestieri – 2

Nel contempo la città assunse un ruolo preminente dal punto di vista militare: fu dotata di funzionali approdi per le navi e di un’ottima darsena, costruita su suggerimento dell’ammiraglio Spinola, ben difesa e in grado di ospitare dalle sei alle otto navi. Lo stesso Castel dell’Ovo, all’imboccatura del porto, fu ampliato e rafforzato. In effetti all’imperatore il porto di Napoli sembrò il miglior approdo per la sua flotta e per quella dei suoi alleati, uno strumento indispensabile per il collegamento con i territori dell’entroterra e con le città dell’Italia centro-settentrionale. Non bisogna dimenticare che il rafforzamento delle opere portuali favorì lo sviluppo dei cantieri navali, nei quali furono costruite numerose imbarcazioni, tra cui, nel 1240, la nave dello stesso Federico II.

Le strutture portuali favorirono senza dubbio una vivace attività mercantile, che d’altra parte poteva contare su una tradizione ben radicata. L’afflusso di merci nei due approdi napoletani serviva a soddisfare le esigenze della popolazione urbana e a rifornire i mercati delle altre località del regno. La lunga tradizione artigiana napoletana nel campo del lino e della lavorazione della seta alimentava una consistente esportazione; venivano invece importate grandi quantità di lino grezzo, di seta filata sottile, di lana d’oltre mare, e, tra i generi alimentari, noci, mandorle, formaggi e diversi generi di frutta. Continua domani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.