Tag: curiosando qui e là

Curiosando qui e là

Frasi celebri

Quant’è bella giovinezza… – 2

Nessuno è così deliziosamente arrogante come un giovane che ha scoperto una vecchia idea credendo che sia sua.

Sydney J. Harris (1917-1986), giornalista e scrittore americano.

I giovani pensano che i vecchi siano pazzi, ma i vecchi sanno che i giovani sono pazzi.

George Chapman (1559-1634), poeta e drammaturgo inglese.

Siate sempre cortesi con le persone più giovani, perché saranno loro a scrivere di voi.

Cyril Connoly (1903-1974), giornalista e critico inglese.

La delusione della maturità subentra all’illusione della gioventù.

Benjamin Disraeli (1804-1881), statista e romanziere inglese.

Meglio sprecare la giovinezza che non farne niente del tutto.

Georges V. Moinaux (alias Georges Courteline, 1858-1929), scrittore francese.

Al giorno d’oggi I giovani immaginano che I soldi siano tutto e quando diventano vecchi sanno che è così.

Oscar Wilde (1854-1900), scrittore irlandese.

I giovani sono soliti pensare di essere abbastanza saggi così come gli ubriachi pensano di essere abbastanza sobri.

Philip Dormer Stanhope (1694-1773), uomo politico e scrittore inglese.

Curiosando qui e là

Frasi celebri

Quant’è bella giovinezza…

Sin dai tempi più antichi i vecchi hanno predicato ai giovani che sono più saggi di loro, e prima che i giovani scoprissero di che colossale idiozia si trattava erano già vecchi a loro volta, e faceva loro comodo continuare l’impostura.

William Somerset Maugham (1874-1965), scrittore inglese.

L’ideale è morire giovani il più tardi possibile.

Ashley Montagu (1905-1999), antropologo inglese.

I giovani hanno sempre il medesimo problema: come riuscire a ribellarsi e a conformarsi allo stesso tempo. Adesso lo hanno risolto ribellandosi ai genitori e copiandosi a vicenda.

Quentin Crisp (1908-1999), scrittore e attore inglese.

Il buon senso è l’insieme dei pregiudizi acquisiti a diciotto anni.

Albert Einstein (1879-1955), fisico tedesco.

E’ stato detto che non esiste idiota pari a un vecchio idiota, ad eccezione di un giovane idiota. Ma il giovane idiota deve prima crescere per diventare un vecchio idiota e capire che razza di idiota fosse quando era un giovane idiota.

Harold Mac Millan (1894-1986), statista inglese.

Continua domani.

Curiosando qui e là

Diamo un po’ di numeri

Parla quanto mangi

8

Sono gli anni che un essere umano passa mangiando nel corso di una vita considerando una durata media di 75 anni.

40

Le tonnellate di cibo che un essere umano consuma nel corso della sua vita. Una quantità pari al peso di 10 elefanti adulti.

96

I chilogrammi di riso consumati da un cinese ogni anno. Per mangiarne la stessa quantità servono 17 italiani.

132

I chilogrammi di frutta che viene mangiata in media da un italiano ogni anno.

300

I grammi di pane, circa quattro pagnotte, mangiati ogni giorno dai cittadini greci, considerati i più grandi consumatori di pane al mondo.

400

Sono i polli che vengono mangiati, in media, da un europeo in 75 anni.

2.500

È il numero di olive necessarie per produrre un litro di olio extra vergine.

18 mila

Sono le uova consumate in media da un europeo nel corso della vita. Una sull’altra fanno 50 volte l’altezza della Torre di Pisa.

24 mila

Le persone che ogni giorno morivano di fame nel mondo nell’anno 2001.

41 mila

Le persone che ogni giorno morivano di fame nel mondo quaranta anni fa.

920 mila

Le pizze consumate quotidianamente in Italia. Ogni giorno 1 italiano su 63 sceglie, a pranzo o a cena, di mangiare una pizza.

82,5 milioni

Sono i litri di bevande a base di cola consumati ogni giorno dagli americani.

2 miliardi

Il numero di uova di gallina depositate ogni giorno nel mondo. Sul nostro pianeta la popolazione dei polli supera quella degli esseri umani.

Curiosando qui e là

Perché il telefono fisso funziona anche se manca la corrente?

Il telefono fisso di casa funziona con poca energia fornita dalla compagnia telefonica attraverso il “doppino”.

I fili viaggiano sottoterra, per non essere danneggiati durante i temporali.

Perché il lotto ha 90 numeri?

Il lotto nacque a Genova all’inizio del ‘500, in occasione del rinnovo dei membri dei Serenissimi Collegi, che venivano sorteggiati prima tra 120, poi tra 90 nomi: presto il popolo cominciò a scommettere su questa estrazione.

Curiosando qui e là

A cosa è dovuto l’odore di bagnato?

Uno degli odori è provocato da un batterio che cresce in terreni umidi e le cui spore restano sospese in aria.

Altri odori sono causati dagli oli essenziali contenuti nelle piante. Odori meno piacevoli sono causati, in città, da reazioni aromatiche che la piaggia acida innesca al contatto con rifiuti o sostanze chimiche depositatisi nel terreno.

Come si forma il pop corn

Quando il chicco di mais si scalda, i granuli di amido si espandono in sottili bolle gelatinose.

Inizialmente vengono trattenute dal guscio duro e si fondono con quelle vicine. Poi il guscio si rompe e il soffice materiale bianco fuoriesce.

Curiosando qui e là

Quanto può durare l’apnea?

Con apnea si intende una momentanea sospensione del respiro.

Riferendoci all’apnea volontaria, un tempo medio che tutti possono raggiungere è di 45-60 secondi. Dopo questo periodo, a causa della progressiva diminuzione della pressione parziale dell’ossigeno e del contemporaneo aumento della pressione parziale dell’anidride carbonica nel sangue, il centro respiratorio invia impulsi al diaframma, che la maggior parte delle persone percepisce come “vibrazioni”.

Le persone allenate fisicamente e mentalmente, possono però allungare notevolmente il loro tempo di apnea.

Gianluca Genoni, uno dei primatisti mondiali di apnea, è stato in grado di rimanere in apnea statica (senza muoversi) per 7 minuti e 30 secondi.

Umberto Pelizzari, un altro primatista, ha raggiunto i 150 metri di profondità in apnea in assetto variabile, che prevede uno sforzo muscolare, con una immersione di 2 minuti e 57 secondi.

www.apneaworld.com Informazioni, primati e scuole per appassionati di apnea.

Curiosando qui e là

E’ vero che la saliva dei cani è sterile?

La saliva dei cani non è sterile (cioè priva di batteri), anche se presso alcuni popoli primitivi era d’uso farsi leccare le ferite dai cani per disinfettarle.

In realtà, nella saliva dei cani, e di altri animali, sono contenute sostanze, come la proteina lisozima, che hanno funzioni batteriostatiche, ovvero di controllo, anche se non di totale eliminazione, delle popolazioni di batteri.

La loro funzione è quella di mantenere una situazione di equilibrio nella bocca, nella quale entrano continuamente sostanze non sterili, si pensi ai cibi, senza che si abbiano infezioni.

Sia chiaro però che la saliva di un cane malato, come quella di una persona malata, può comunque provocare malattie, la più nota delle quali è la rabbia.