Tag: forse non sapevi che

Curiosando qui e là

Qualche notizia su come l’umanità si spartisce il pianeta. – 7

Prodotti “umani”

Una cascata di… pipì

E se il gioco venisse invertito? Se, cioè, calcolassimo che cosa succederebbe mettendo insieme ciò che è già perfettamente spartito tra tutti gli uomini?

Niagara. Il conto l’abbiamo fatto per la pipì, che ognuno di noi produce (in media) nella misura di 1,7 litri al giorno. Ebbene, il totale della produzione di urina giornaliera impiegherebbe venti minuti per attraversare le cascate del Niagara.

Curiosando qui e là

Qualche notizia su come l’umanità si spartisce il pianeta. – 6

Carne

Se un terrestre medio mangia 36 kg di carne all’anno, significa che ogni giorno ne consuma circa un etto. I consumi quotidiani sono così suddivisi: 654 mila bovini, 2,8 milioni di suini, 1,2 milioni di pecore, 70 milioni di polli. E il pesce? Esattamente metà dei consumi di carne: 18,6 kg all’anno.

Curiosando qui e là

Qualche notizia su come l’umanità si spartisce il pianeta. – 5

Alberi

Considerando solo le aree classificate come “foresta”, ce ne restano 3.405 mq a testa… è un dato che diminuisce ogni anno di circa 12 mq, anche se in Europa e Nord America le foreste sono stabili.

Curiosando qui e là

Qualche notizia su come l’umanità si spartisce il pianeta. – 3

Acqua

Sul pianeta esiste moltissima acqua: circa 1.400 milioni di metri cubi (ovvero 1.400 miliardi di miliardi di litri)… Ma se contiamo solo la pioggia, ne cadono ogni giorno 47 mila litri a testa (sulle terre emerse): abbastanza perché tutti facciano un bagno ogni 5 minuti.

Altra faccenda è la disponibilità: un americano ne può usare mille litri al giorno, un europeo 300, un nordafricano 100, un indiano 20

Curiosando qui e là

Qualche notizia su come l’umanità si spartisce il pianeta. – 1

Automobili

Ogni giorno vengono prodotte nel mondo 137 autovetture. Per calcolare quante potrebbero essercene in circolazione basta moltiplicare questo valore per un tempo di dieci anni (stimato come tempo medio di vita di un auto).

Ne risulta il dato di un auto ogni 12,6 persone. Inoltre, considerando che la popolazione è in aumento e la produzione di nuove vetture è stabile, si può concludere che il divario tra motorizzati e appiedati continua ad allargarsi.

Curiosando qui e là

Frasi celebri

Quant’è bella giovinezza… – 2

Nessuno è così deliziosamente arrogante come un giovane che ha scoperto una vecchia idea credendo che sia sua.

Sydney J. Harris (1917-1986), giornalista e scrittore americano.

I giovani pensano che i vecchi siano pazzi, ma i vecchi sanno che i giovani sono pazzi.

George Chapman (1559-1634), poeta e drammaturgo inglese.

Siate sempre cortesi con le persone più giovani, perché saranno loro a scrivere di voi.

Cyril Connoly (1903-1974), giornalista e critico inglese.

La delusione della maturità subentra all’illusione della gioventù.

Benjamin Disraeli (1804-1881), statista e romanziere inglese.

Meglio sprecare la giovinezza che non farne niente del tutto.

Georges V. Moinaux (alias Georges Courteline, 1858-1929), scrittore francese.

Al giorno d’oggi I giovani immaginano che I soldi siano tutto e quando diventano vecchi sanno che è così.

Oscar Wilde (1854-1900), scrittore irlandese.

I giovani sono soliti pensare di essere abbastanza saggi così come gli ubriachi pensano di essere abbastanza sobri.

Philip Dormer Stanhope (1694-1773), uomo politico e scrittore inglese.

Curiosando qui e là

Frasi celebri

Quant’è bella giovinezza…

Sin dai tempi più antichi i vecchi hanno predicato ai giovani che sono più saggi di loro, e prima che i giovani scoprissero di che colossale idiozia si trattava erano già vecchi a loro volta, e faceva loro comodo continuare l’impostura.

William Somerset Maugham (1874-1965), scrittore inglese.

L’ideale è morire giovani il più tardi possibile.

Ashley Montagu (1905-1999), antropologo inglese.

I giovani hanno sempre il medesimo problema: come riuscire a ribellarsi e a conformarsi allo stesso tempo. Adesso lo hanno risolto ribellandosi ai genitori e copiandosi a vicenda.

Quentin Crisp (1908-1999), scrittore e attore inglese.

Il buon senso è l’insieme dei pregiudizi acquisiti a diciotto anni.

Albert Einstein (1879-1955), fisico tedesco.

E’ stato detto che non esiste idiota pari a un vecchio idiota, ad eccezione di un giovane idiota. Ma il giovane idiota deve prima crescere per diventare un vecchio idiota e capire che razza di idiota fosse quando era un giovane idiota.

Harold Mac Millan (1894-1986), statista inglese.

Continua domani.