Tag: locali tipici napoletani

Locali storici e tipici napoletani

41° Parallelo

Piazza Vincenzo Bellini, 74

41° Parallelo è un’associazione culturale che offre una vasta gamma di servizi in campo turistico.

Guide italiane e straniere, una videoteca e, grazie a una convenzione con alcune agenzie, voli aerei a prezzi convenienti, sono tra le offerte riservate ai soci viaggiatori.

Per i flussi turistici in entrata, invece, c’è un ventaglio ampio di itinerari che privilegia l’immenso patrimonio d’arte dell’ex capitale.

Infine, un servizio di assistenza agli extracomunitari, per i quali sono previsti corsi di lingua italiana e consulenze in campo fiscale, giuridico e sanitario.

Per i soci fondatori, 41° parallelo, infatti, non è solo l’ubicazione convenzionale della nostra città, ma soprattutto una linea ideale che congiunge Napoli ad altri popoli e altre culture.

Locali storici e tipici napoletani

1799 Club

Piazza Vincenzo Bellini 71

Il nome di questo locale, che mescola caffè e libri, evoca apertamente la rivoluzione napoletana del ’99.

Lo spazio, accogliente e ben articolato, ha numerose scaffalature per l’esposizione di cataloghi di mostre e libri sulla città, ordinati per soggetto e autore.

Disponibili alla consultazione anche vecchie riviste, testi universitari, edizioni rare per bibliofili e collezionisti.

Il menù offre cocktail e spuntini a prezzi contenuti e con un ottimo servizio.

In sottofondo, musica classica.

Orario 11-4

Locali storici e tipici napoletani

Intra Moenia

Piazza Vincenzo Bellini 70/72

Affacciato sui resti delle mura della città greco-romana, da cui il nome, Intra Moenia è un caffè letterario gestito dalla omonima associazione culturale che, fra un drink e l’altro, propone concerti, mostre, libri, visite guidate.

Nel locale, arredato con gusto, si trovano testi su Napoli, cartoline, cataloghi, ma anche libri ed edizioni strane e interessanti.

Lo spazio al n. 72, invece, è dedicato esclusivamente alle stampe.

L’associazione si è sempre distinta per le numerose iniziative (spesso portate avanti in collaborazione con altre strutture che operano nel centro antico, come Legambiente, Neapolis 2000, Asca, Arci Nova etc.) volte a far conoscere l’immenso patrimonio artistico e storico della città.

Da qui l’organizzazione di una serie di manifestazioni “fra le mura”: visite ai monumenti e alle chiese, passeggiate culturali, ma anche concerti, parate e spettacoli di ogni tipo, attraverso i quali una delle più belle piazze cittadine è tornata a nuova vita.

Orario 9:30-4

Locali storici e tipici napoletani

Assultan Club

Piazza Vincenzo Bellini 64

Gli appassionati di cucina mediorientale potranno gustare felafel e hummus, tabullah e cuscus in questo piccolo e accogliente caffè.

Le decorazioni astratte a colori vivaci che spiccano sulle pareti bianche, il profumo delle spezie e la musica araba in sottofondo contribuiscono a creare un’atmosfera esotica a due passi dai resti delle mura greche.

D’estate, come succede per i bar adiacenti, tavolini e sedie straripano sulla piazza per ospitare chi si ferma anche solo per un aperitivo o per un coktail.

Orario 20-3

Locali storici e tipici napoletani

Stampa et Ars

Via Santa Maria di Costantinopoli 102

La tipografia dei Raffone, stampatori della Real Casa borbonica, risale alla metà dell’Ottocento.

Le vedute di cui facevano incetta, i viaggiatori stranieri, le cartoline “musicali” dell’editore Bideri con i testi delle più famose canzoni napoletane, le tessere alimentari del periodo fascista, i proclami dell’esercito tedesco sono stati stampati qui.

Nell’immediato dopoguerra sarà il lungo sodalizio con Fernando Ciavatti, bozzettista di grido, a dare un forte impulso alla tipografia.

Etichette per valigia e depliant illustrati, nel promuovere le località turistiche più note della regione, segneranno una svolta nel campo dell’immagine pubblicitaria, rivoluzionando vecchi clichè.

Ancora oggi, non poche edizioni di pregio, stampate a piombo, portano il marchio dei Raffone.

Locali storici e tipici napoletani

Gauguin Cafè

Via Vincenzo Bellini 50/51

Il Gauguin, ricercato nello stile e nell’arredamento, è un ritrovo indicato per gli appassionati di pittura e fotografia (ogni settimana una mostra diversa).

Anche la musica è spesso in cartellone: live o da “giradischi” (il giovedì sera c’è il disco bar).

Nel menu, insalate, carpaccio e tiramisù fatto in casa.

Caffè, tè e cioccolata calda fino a tarda notte.

Consumazione obbligatoria (servizio 10%), in occasione di band che suonano dal vivo.

Orario 21-3

Lunedì chiuso

Locali storici e tipici napoletani

Murat

Via Vincenzo Bellini 8

Spazio multimediale, eclettico nella programmazione, aperto solo ai soci dell’omonima associazione culturale (il tesseramento, obbligatorio, è gratuito).

Punto di riferimento per i musicisti, poeti e intellettuali, il Murat propone un fitto programma di attività musicali, teatrali, cinematografiche e soprattutto artistiche (ad opera del gruppo Es), tra i più interessanti della città.

Il menu è fedele alla linea della nouvelle cuisine: il piatto del giorno è sempre particolare.

Il bar offre anche panini, insalate greche, pizze rustiche e una torta Sacher fatta in casa.

Orario 21-3

Lunedì chiuso