Tag: ricette tipiche regionali

La ricetta del giorno

Cacciucco

Ingredienti: Pesce misto 2 kg (coccio, polpi, seppie, palombo, scampi, cozze, cicale), pomodori pelati 500 gr, vino rosso 2 dl, cipolla, carota, sedano, aglio, prezzemolo, peperoncino forte, olio extravergine d’oliva, sale, fette di pane casereccio tostate alla griglia.

Esecuzione: Pulire e lavare il pesce, tagliare a pezzi quelli grossi, eliminare lische, pelli e teste.

Cuocere in poca acqua gli scarti insieme a cipolla, sedano, carota e sale per preparare il fumetto, filtrarlo e tenerlo in caldo.

Rosolare 2 spicchi d’aglio in un largo tegame di terracotta con l’olio, unire un trito di peperoncino e prezzemolo, sfumare con il vino, aggiungere i pomodori spezzettati e diluire con parte del fumetto di pesce.

Far sobbollire per 10 minuti e cominciare a immergere i pesci tenendo conto del diverso tempo di cottura: prima i polpi, poi le seppie e man mano tutti gli altri. Coprire e cuocere per circa mezz’ora verificando il sale e aggiungendo se occorre altro brodo di pesce.

Al momento di servire il cacciucco ben caldo, tostare sulla griglia le fette di pane, sfregarle con l’aglio e distribuirle nei piatti dove verranno ricoperte dal pesce e il suo sugo.

Annunci

Ricette tipiche campane – gattò di patate

Il gattò (gateau) di patate è una ricetta tipica campana con una difficolta media, un tempo di preparazione di circa 50 minuti e 40 minuti per la cottura. Per quanto riguarda il vino da servire, bisogna tener presente che l’intensità dei formaggi è mediata dalla presenza delle patate e quindi l’ideale è un vino bianco di corpo sottile come il Bianco del Sannio oppure il Trebbiano di Romagna.

Ingredienti: patate a pasta gialla kg. 1,5, burro 120 gr, grana grattugiato 100 gr, pecorino grattugiato 50 gr, uova 3 intere più 1 tuorlo, prosciutto crudo 200 gr in una sola fetta, prosciutto cotto 200 gr in una sola fetta, provola affumicata di Agerola (monti Lattari) 200 gr, Mozzarella di Bufala Campana doc 200 gr, prezzemolo tritato, pangrattato, burro per la tortiera, sale, pepe.

Esecuzione: lavate le patate raschiando bene la buccia, quindi fatele lessare in acqua salata. Scolatele dopo circa mezz’ora, pelatele subito e schiacciatele con lo schiaccia patate in una ciotola capiente.

Incorporate 100 gr di burro, il grana e il pecorino grattugiati, le uova intere più il tuorlo, il prosciutto cotto e crudo ridotto a dadini, il prezzemolo, sale e pepe.

Per ottenere un composto sufficientemente cremoso, aggiungete se necessario anche un paio di cucchiai di latte.

Lavorate bene il tutto fino a quando l’impasto risulterà perfettamente omogeneo.

Ungete di burro una tortiera di 24 cm di diametro, spolverizzatela con uno strato uniforme di pangrattato, quindi versate metà del composto di patate.

Livellatelo bene e sopra formate uno strato di fettine di provola affumicata e di mozzarella di bufala.

Ricoprite con un altro strato di composto, pareggiate la superfice, cospargetela di pangrattato e distribuitevi qualche fiocchetto di burro.

Fate cuocere in forno preriscaldato a 200° finché il gattò risulterà ben dorato (circa una quarantina di minuti).

Sfornate e fate riposare qualche minuto prima di servirlo.

E’ ottimo anche freddo. Buon appetito a tutti.

Ricette tipiche regionali – Campania

Coniglio all’ischitana

La difficoltà di questa ricetta è minima per la preparazione ci vogliono 20 minuti più il tempo di riposo. Cottura 45 minuti. Per il coniglio all’ischitana, che è una preparazione di carne bianca non troppo corposa bisogna servire un vino rosso di medio corpo come l’Ischia Rosso oppure il Morellino di Scansano.

Ingredienti: 1 coniglio di circa 1,2 kg già pulito, 500 grammi di pomodorini del piennolo, 2 spicchi d’aglio, 1 peperoncino rosso piccante, 1 mazzetto di basilico, 1 ciuffetto di timo, 1 ciuffetto di maggiorana, 1 ciuffetto di rosmarino, 1 rametto di salvia, 1 bicchiere di vino bianco secco, olio extravergine d’oliva, aceto di vino rosso, sale.

Preparazione: tagliate a pezzi il coniglio e lavatelo in acqua fredda corrente.

Riempite in una terrina con acqua acidulata con qualche goccia di aceto; immergetevi la carne, lasciandola riposare mentre preparate il condimento.

Scaldate abbondante olio in un tegame largo, quindi lasciatevi appassire gli spicchi di aglio non sbucciati e il peperoncino; fate poi rosolare, a fuoco vivo, i pezzi di coniglio, ben scolati, fino a quando risulteranno tutti coloriti. Aggiungete il vino e lasciatelo sfumare.

Unite a questo punto i pomodorini lavati e schiacciatene leggermente una parte, lasciando interi gli altri; salate e proseguite la cottura per un quarto d’ora.

Mondate il basilico, il timo, la maggiorana, il rosmarino e la salvia, lavateli velocemente, asciugateli tamponandoli con carta assorbente da cucina, quindi tritateli insieme, tenendo da parte qualche ciuffetto di basilico e 2-3 foglie di salvia. Unite il trito aromatico al coniglio e fate cuocere per altri 20 minuti.

Servitelo caldo o tiepido, guarnito con le foglie di basilico e di salvia tenute da parte.